NEWS |

Giornata mondiale dell’Alzheimer: l’approccio Snoezelen per la cura delle demenze

Ricorre oggi la Giornata mondiale dell’Alzheimer, forse la patologia più nota fra le demenze che colpiscono circa il 60% delle persone che vivono all’interno di una RSA o di una struttura assistenziale.
Si tratta di una giornata importante poiché serve a riportare l’attenzione sulla cura e sulla ricerca riguardo a questa patologia e a non dimenticare di prendersi cura della qualità di vita delle persone affette da Alzheimer.

Per l’occasione, abbiamo chiesto a Davide Zenaro, specialista di processo della nostra Area Tecnica Socio-sanitaria, di parlarci dell’approccio Snoezelen, uno dei più conosciuti nella gestione dei disturbi del comportamento che possono insorgere nelle persone affette da demenza.

Il nome Snoezelen nasce dall’unione delle parole olandesi “snuffeln” (annusare) e “doezelen” (sonnecchiare); si tratta infatti di un approccio nato in Olanda negli anni ’70 che in Coopselios utilizziamo in alcuni dei nostri servizi per prenderci cura delle persone affette da demenza.

In particolare la stanza Snoezelen è uno speciale spazio multisensoriale che sollecita positivamente i cinque sensi della persona favorendo il rilassamento e il confronto con l’ambiente e migliorando condizioni di stress, stati di agitazione, umore, autostima e consapevolezza di sé.

 

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Leggi anche

Top